Ad Asti un progetto per aiutare i giovani contro ogni tipo di dipendenza. Si chiama “Io me la gioco… contro le dipendenze”, nasce dal bando della Regione per sostenere le attività svolte dai Centri di Aggregazione giovanili per progetti di prevenzione delle nuove dipendenze.

Si rivolge a giovani tra i 15 e i 29 anni e ha ottenuto il più alto punteggio a livello regionale (78 punti) conquistando 15mila euro.

“Un progetto costruito in tempi da record – ha detto l’assessore all’Istruzione, Elisa Pietragalla -, le associazioni lo hanno sostenuto con velocità ed entusiasmo, un progetto di ricaduta sul territorio al quale parteciperà chi si occupa di giovani per prevenre dipendenze da gioco, sostanze, nuove tecnologie. Si promuovono stili di vita sani in tutta la provincia”.

ll Progetto é co-finanziato: in parte dalla Regione Piemonte Direzione Sanità e Welfare Settore Politiche per i bambini,famiglie, minori e giovani, sostegno alle situazioni di fragilità sociale; in parte dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per Ie politiche giovanili e il Servizio civile universale, in parte dal Comune di Asti e dagli altri partner del progetto.