A testa alta Antonio, titolare di un punto vendita Planetwin365, mostra quanto ci sta rimettendo con la sua attività chiusa.

“Sono Antonio, titolare di un punto vendita Planetwin365 della provincia di Bari.

Advertisement

1500 euro affitto

200 euro commercialista

150 euro consulente del lavoro

300 euro corrente elettrica

160 euro telefono

100 euro vigilanza

150 euro Tari

200 euro noleggio stampante

130 euro spese tenuta conto corrente

350 euro Inps

300 euro fideiussioni assicurative

Totale 3540 euro

E e io intanto non guadagno niente, neppure per andare al supermercato. Sono in un paesino di 10000 abitanti con altri concorrenti. Queste sono le spese fisse che ho ogni mese con la rimessa della mia attività abbassata.

3540 euro per marzo, aprile, maggio, giugno = 14160 euro regalati al vento. Potevo cambiare l’auto perchè ne ho una del 2002 se sapevo di rimanere chiuso. State scherzando con la vita delle persone e con la loro pazienza e intanto vedo anche gente con biglietti in mano di siti illegali. Anzi scusate, ho sbagliato conteggio. 14160 euro meno 1200 euro avuti da chi ci ha ‘riempito di soldi’ (l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale). 14040 euro buttati e devo trovarne da qualche parte altri per far si che il proprietario del locale non mi cacci, o mi stacchino luce, telefono e altro”.