A testa alta Attilio, operatore nel settore del gioco pubblico, critica l’atteggiamento del governo.

“Sono perfettamente d’accordo. Il pregiudizio nei confronti del nostro settore è forte. Però ad ogni finanziata siamo i primi ad essere toccati. Assolviamo a tutti i doveri che lo Stato chiede, ma riguardo ai diritti… Il nostro settore è una risorsa indispensabile per l’erario, non lo dimenticate cari politici, le vostre imposte sul gioco vi vengono versate anche prima di averle noi stesse incassate, non esiste evasione nel nostro settore, siamo lavoratori ed imprenditori seri ed onesti, trattateci come tali”.

Advertisement

SE HAI DA DIRE QUALCOSA ANCHE TU, VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA DI LAVORATORE DEL GIOCO LEGALE, INVIA UNA EMAIL A [email protected]

o un messaggio via facebook alla pagina Jamma-Il quotidiano del Gioco

Ricordati di indicare il tuo nome