A testa alta Yari, lavoratore nel settore del gioco, scrive al senatore Crimi (M5S). “Caro Vito Crimi, mi preme personalmente sottolinearle che il settore del gioco regolamentato e’ l’unico settore pulito fiscalmente in Italia, dove per fortuna vi è impossibile…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati

Articolo precedenteA TESTA ALTA. “Non siamo noi a dover provare vergogna per il lavoro che facciamo”. Lo sfogo di Alberto, lavoratore nel settore del gioco
Articolo successivoA TESTA ALTA. “Tra colleghi e clienti siamo una famiglia, vogliamo tornare a lavorare”. Scrive Ilenia, dipendente in sala bingo a Roma