A testa alta Massimo Umberto, lavoratore nel settore del gioco, scrive al senatore Crimi (M5S). “Esimio Sen. Vito Claudio Crimi, Vice Ministro degli Interni. In merito alle sue “litanie” sul gioco e le scommesse, dico che non si deve preoccupare…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati