A testa alta Raffaele da Tortoli (NU) risponde alle recenti dichiarazioni del senatore Crimi (M5S) sottolineando con orgoglio con quanto impegno e fatica porta avanti il lavoro con cui mantiene la propria famiglia.

“Mi chiamo Raffaele, gestore di una piccola agenzia di scommesse legale di PlanetWin365 con sede a Tortoli (NU). Io gestisco la mia sala scommessa da solo, lavoro in media 10 ore al giorno per mantenere la mia famiglia. Con il mio lavoro ho mantenuto un figlio all’università, ho una figlia che frequenta la facoltà di cooperazione e sicurezza internazionale a Sassari e un altro figlio che frequenta le scuole superiori.

Io sono orgoglioso di lavorare nel settore del gioco legale, grazie al mio lavoro do un decoro alla mia esistenza e un po’ di benessere alla mia famiglia, senza pesare sulle finanze dello Stato.

Onorevole Crimi, lei deve sapere che io con il mio lavoro (che lei tanto disprezza) pago una media di 120000 euro di Preu all’anno (ha capito bene) che lei utilizza per pagare il reddito di cittadinanza a gente che ogni mattina sta davanti al bar a leggere il giornale, mentre io vado a lavorare tutti i giorni per 10 ore per 7 giorni a settimana, perchè non posso permettermi un collaboratore.

Onorevole Crimi, lei sa chi si arricchisce di più dal gioco d’azzardo legale (lo Stato), mentre a noi ci lascia giusto i soldi per vivere.

Io penso che molte persone come Lei dovrebbero stare zitte se non sanno di cosa stanno parlando.

Lei dovrebbe chiedere anche scusa a tutti gli imprenditori e i lavoratori che operano nel settore del gioco legale per le parole che ha detto, si ricordi che noi versiamo nelle casse dello Stato tutti gli anni 20 miliardi di euro che servono per pagare anche lo stipendio a persone come lei.

Io chiedo alla classe politica (tutta) il rispetto per noi lavoratori del gioco legale come viene riconosciuto agli altri lavoratori italiani.

Raffaele – Gestore Agenzia Planetwin365 o come io la chiamo (succursale dell’Agenzia delle Entrate)”.

SE HAI DA DIRE QUALCOSA ANCHE TU, VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA DI LAVORATORE DEL GIOCO LEGALE, INVIA UNA EMAIL A [email protected]

o un messaggio via facebook alla pagina Jamma- Il quotidiano del Gioco

Ricordati di indicare il tuo nome