A testa alta Agostino, imprenditore nel settore del gioco lecito in Toscana, scrive una lettera aperta rivolta al presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio. “Egregio Presidente Cirio sono uno degli oltre tremila imprenditori del gioco lecito che opera nel territorio…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati