Quando gli agenti della polizia sono entrati nella sala giochi, non avrebbero mai immaginato di trovarsi davanti una ragazzina di 12 anni. E’ invece quanto accaduto a Gallarate (VA). Scattate immediatamente le sanzioni del caso, con una multa di 6mila e 600 euro per il proprietario dell’esercizio e la chiusura per 20 giorni. La ragazzina è stata invece riconsegnata ai genitori. I poliziotti intervenuti hanno raccontato di aver trovato la ragazzina alle prese con le slot.

“E’ un fatto gravissimo, una situazione limite per via dell’età di questa giocatrice – ha spiegato al Corriere della Sera Fernanda Deniso, dirigente della divisione polizia amministrativa e immigrazione della questura di Varese -. Siamo abituati a trovarci di fronte pensionati o persone adulte. Ma quanto accaduto non ce lo saremmo mai aspettati anche perché espressione di un forte disagio, campanello d’allarme di comportamenti che possono innescare fenomeni legati ad altre dipendenze, o a micro criminalità”.

Commenta su Facebook