Il personale di Snaitech è stato coinvolto in un workshop con Pieter Remmers, CEO della Società G4, per analizzare insieme le best practice internazionali in tema di gioco responsabile.

L’evento si tiene nell’arco di due giornate e rappresenta “un’occasione preziosa di formazione e approfondimento sulle similitudini e le differenze che si presentano nel business online e retail”. Quelal di G4 è “una certificazione che contraddistingue il Gruppo Snaitech da diversi anni, grazie a policy e scelte mirate a mantenere il concetto di gaming in un ambiente sano e consapevole”, fa sapere il noto brand di giochi e scommesse.

La società ha ricevuto nel 2016 la certificazione internazionale sul gioco online responsabile.  Il G4, organismo formato da esperti del settore, ha il compito di controllare e certificare i siti web e le attività di customer care al fine di garantire che siano conformi alle migliori prassi internazionali nella promozione del responsible gaming. Al riguardo, ha elaborato un programma divenuto punto di riferimento imprescindibile a livello mondiale che, tra i diversi parametri, prevede l’attività di un team interno all’azienda per la valutazione dei casi a rischio ludopatia, oltre alla formazione del personale sui temi del gioco d’azzardo problematico e la fornitura di informazioni di gioco responsabile ai clienti e al management.