Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) L’AD Fabio Schiavolin: “Vogliamo stimolare una riflessione sui diritti delle imprese che operano nel comparto dei giochi, che dà lavoro ad oltre 150.000 addetti e assicura allo stato un gettito erariale di circa 10 miliardi di euro”.

Così Schiavolin introduce il Rapporto di Cittadinanza 2016 di SNAITECH, un innovativo strumento di rendicontazione sociale che approfondisce il concetto di cittadinanza d’impresa e i diritti e doveri ad esso connessi.

“Il gioco legale dovrebbe essere tutelato, funge infatti da argine contro il gioco illegale e incontrollato , contribuisce ad abbattere l’evasione fiscale e garantisce all’erario risorse da destinare al benessere della collettività” , spiega Fabio Schiavolin ” anche per questo rivendichiamo il nostro diritto di cittadinanza, vogliamo cioè che siano riconosciuti i medesimi diritti di cui godono tutte le aziende che operano legalmente sul territorio nazionale”.

Nel report la concessionaria di giochi raccoglie le iniziative di carattere etico e sociale avviate nel corso dell’anno passato. Sul fronte dei doveri, Snaitech si e’ impegnata a operare in modo etico nel rispetto delle norme di mercato, a prevenire forme di gioco compulsivo e minorile e ad agire in maniera responsabile nei confronti di tutti i soggetti che compongono il mercato. Sul fronte dei diritti la compagnia però chiede che la propria attività imprenditoriale venga legittimata e che siano riviste la pressione fiscale – “ai massimi in Europa” – e la politica industriale che al momento scoraggiano gli investimenti. Per le AWP, ad esempio, dopo gli ultimi inasprimenti, il prelievo fiscale e’ arrivato al 63,3% della spesa effettiva. Tra i doveri anche l’impegno in termini di sicurezza. Quest’anno abbiamo fatto 947 controlli sulla rete, circa il 24% in più rispetto alla nostra rete”, ha precisato Fabio Schiavolin. “In queste verifiche controlliamo aspetti come la correttezza formale‎ e sostanziale dell’offerta e il rispetto della normativa antiriclaggio, aspetto quest’ultimo su cui ci siamo concentrati moltissimo nell’ultimo anno”. E ancora, “questo processo di autoverifica testimonia l’importanza di affidarsi a operatori certificati”

Il Rapporto non si limita però alla sola analisi del concetto di cittadinanza d’impresa , comprende infatti un’ampia rendicontazione dell’impegno di SNAITECH nell’ambito della responsabilità sociale d’impresa.

“La responsabilità sociale – sottolinea Schiavolin- è uno dei pilastri fondanti della nostra attività, da anni attraverso Izilove Fondation siamom infatti in prima linea nello sviluppo di attività e iniziative benefiche. Dal rapporto emerge come SNAITECH abbia rafforzato il suo impegno in quest’ambito , un impegno che vogliamo portare avanti per contribuire al benessere delle persone e della coesione sociale”.

SNAITECH nel 2016 ha destinato ingenti risorse allo sviluppo di progetti destinati alla comunità, come dimostra l’impegno profuso per lo sviluppo dei comprensori ippici di Milano e Montecatini Terme, affinché sempre più spazi e aree verdi diventino poli di intrattenimento per gli abitanti della città anche al di fuori delle tradizionali attività ippiche. Molti sono stati anche i progetti di charity promossi, come la raccolta fondi per la ricostruzione del campo sportivo di Amatrice, il Progetto Case Famiglia con la Fondazione Francesca Rava NPH Italia Onlus, il sostegno alle Borse di Studio Care & Share destinate a finanziare gli studi dei bambini indiani in condizioni di difficoltà, il sostegno al progetto Play Therapy per i piccoli pazienti dell’Ospedale Pediatrico Meyer e il sostegno alla fondazione Telethon.

L’impegno si estende anche al  personale, certamente la risorsa più importante della società . Nel corso del 2016 sono state erogate complessivamente 9.868 ore di formazione, un numero quasi triplo rispetto al 2015 e destinato a crescere ancora. Ad osservare la composizione del personale emerge un altro elemento di rilievo: l’elevata componente femminile, le donne sono infatti il 48% del personale. Il rispetto della parità di genere è per la società un valore fondamentale, ed è proprio in nell’ottica di valorizzare l’importanza della maternità che la società ha aderito all’iniziativa Bimbi in ufficio.

 

Commenta su Facebook