sisal
Nei primi nove mesi del 2019, il Gruppo Sisal ha registrato un fatturato di € 13,9 miliardi (incluso il fatturato relativo ai giochi pubblici del Marocco pari a € 50,8 milioni), in lieve calo dello 0,3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.


Nei primi nove mesi del 2017 la performance del Gruppo è stata influenzata anche dall’introduzione del nuovo principio contabile IFRS 16 “Leasing”, che sostituisce il precedente IAS 17.

Di conseguenza, il confronto tra la performance degli elementi di costo tra i primi nove mesi del 30 settembre 2019 e i primi nove mesi del 30 settembre 2018  potrebbe non essere completamente significativo.

I ricavi sono stati pari a 624,0 milioni di euro per i nove mesi al ​​30 settembre 2019, con un aumento di 3,8 milioni di euro, pari allo 0,6%, rispetto ai 620,2 milioni di euro dei nove mesi al 30 settembre 2018. I risultati dei ricavi sono stati principalmente trainati dalla riduzione dei ricavi da gioco, più che compensata dalla positiva performance delle scommesse sportive a quota fissa e dei pagamenti e di altri servizi.

I ricavi complessivi del Gaming sono stati pari a € 338,4 milioni al 30 settembre 2019 con un aumento di € 19,4 milioni, pari al 5,4%, rispetto a € 357,8 milioni dei nove mesi del 30 settembre 2018, trainati principalmente da una combinazione dei seguenti fattori:

i ricavi delle macchine da gioco sono stati pari a 218,6 milioni di euro per i nove mesi del 30 settembre 2019 con una riduzione di 40,9 milioni di euro, pari al 15,8%, rispetto ai 259,5 milioni di euro dei nove mesi al 30 settembre 2018, trainati principalmente dall’aumento della relativa tassazione dei giochi che è entrata in vigore dall’ultimo trimestre 2018 ( per effetto del cosiddetto “Decreto Dignità” e successivamente a seguito delle disposizioni della legge di bilancio 2019), e del turnover leggermente diminuito rispetto ai € 3.120 milioni per i nove mesi al 30 settembre 2018, di cui il 46% legato alle slot macchine e 54% alle VLT a 3.108 milioni di euro per i nove mesi al 30 settembre 2019, di cui il 43% relativo alle slot machine e il 57% relativo alle VLT.

Ammontano a 54,0 milioni di euro al 30 settembre 2019 i NTNG , in aumento di 13,3 milioni di euro, o il 32,6%, rispetto ai 40,7 milioni di euro per i nove mesi al 30 settembre 2018. L’aumento dei ricavi NTNG è trainato principalmente dalla tendenza positiva del SuperEnalotto .

I ricavi delle Virtual Races sono stati pari a € 23,5 milioni per i nove mesi 2019, con un aumento di € 3,7 milioni, pari al 18,7%, rispetto ai € 19,8 milioni dei primi nove mesi 2018. Questo prodotto, lanciato nel dicembre 2013, è ancora interessante per i giocatori, e nei primi nove mesi del 2019 ha registrato un significativo trend di recupero

I ricavi del gioco online sono stati pari a € 35,4 milioni , con un aumento di € 2,4 milioni, o 7,2%, rispetto ai € 33,0 milioni dei primi nove mesi 2018, principalmente grazie alla performance positiva dei Casino games, grazie anche al numero crescente di giocatori attivi mensili (+ 2% rispetto ai primi nove mesi del 2018) e nonostante l’aumento delle tasse.

I ricavi delle scommesse sull’ippica sono stati pari a € 3,7 milioni , con un decremento di € 0,9 milioni, o del 20,3%, da € 4,6 milioni del 2018, a causa della costante riduzione dell’appeal per questo tipo di giochi.

I ricavi dei giochi in Marocco sono stati pari a € 3,1 milioni per i primi nove mesi 2019, ovvero il primo semestre di attività nel paese dopo la fase di set-up attuata durante il 2018.

Il reddito di scommessa a quota fissa è stato di € 94,5 milioni, con un aumento di € 9,0 milioni, o del 10,6%, da € 85,5 milioni del 2018, principalmente a causa di prestazioni più elevate nel scommesse sportive, trainate principalmente da un significativo aumento del fatturato nei primi nove mesi del 2017 (+ 22,0%).

I pagamenti e altri servizi sono stati pari a 123,1 milioni di euro per i primi 9 mesi del 2019 14,4 milioni di euro, ovvero il 13,2% rispetto a 108,7 milioni di euro dello stesso periodo del 2018.

L’ulteriore calo registrato dalle prestazioni di Top Ups è stato compensato da una tendenza generale positiva nei servizi di pagamento e finanziari grazie in particolare a un mix di prodotti più favorevole specifici del segmento Pagamenti il ​​cui numero di transazioni ha raggiunto 46,4 milioni nel 2019, con un incremento di 17,6 milioni, o 61,0%, rispetto a 28,8 milioni al 2018.