Intesa Sanpaolo, attraverso Banca 5, e Sisal Group, attraverso SisalPay, hanno siglato un accordo[1] per costituire mediante conferimenti una NewCo che consentirà di offrire prodotti bancari, servizi di pagamento e transazionali in oltre 50mila esercizi distribuiti sull’intero territorio nazionale e nei quali transitano quotidianamente circa 45 milioni di cittadini.

In un contesto concorrenziale dinamico come quello dei proximity payment, la nuova società, partecipata al 70% da Sisal Group e al 30% da Banca 5, rappresenterà la prima rete italiana con modello di “banca di prossimità” (proximity banking), la quale – integrando canali fisici e digitali – garantirà, secondo principi di responsabilità sociale, grandi benefici ai consumatori e alla rete degli esercizi interessati dall’accordo, attraverso l’offerta di semplici prodotti bancari e di servizi di pagamento.

La nuova rete, che sarà pienamente operativa a partire da inizio 2020, integrerà l’offerta dei servizi e prodotti di Banca 5 e SisalPay tra cui:

prelievo contanti fino ad un massimo di 150 euro giornalieri;
incassi convenzionati (ad esempio, rimborsi per conto di grandi aziende) e avvisi di pagamento (come MAV e RAV) per i clienti Intesa Sanpaolo;
pagamento di bollettini, tributi e servizi pagoPA;
ricariche telefoniche e di carte prepagate;
acquisto di biglietti e abbonamenti per servizi di trasporto;
codici d’acquisto dei più diffusi marketplace e App.

“Con SisalPay abbiamo sviluppato un nuovo modo di pagare, comodo e sicuro, che ha semplificato la vita degli italiani e ha creato valore per le imprese e la Pubblica Amministrazione. L’abbiamo fatto focalizzandoci costantemente sui bisogni dei clienti e lavorando a fianco dei nostri rivenditori” – ha dichiarato Emilio Petrone, CEO di Sisal Group – “Oggi mi fa molto piacere che due eccellenze come SisalPay e Banca 5 si uniscano per dare vita alla prima realtà italiana di proximity banking, realizzando il canale di servizi finanziari e di pagamento più accessibile del nostro Paese. Un’importante opportunità per valorizzare il percorso di evoluzione del business dei pagamenti, che rende concreto il piano di sviluppo impostato e stimolato dai nostri azionisti di CVC Capital Partners. Grazie a questo importante accordo saremo in grado di migliorare ulteriormente la qualità del servizio offerto ai nostri clienti e a tutti i cittadini”.

“Intesa Sanpaolo crede fortemente nella vicinanza ai propri clienti per l’offerta dei servizi bancari più semplici. In ottica di complementarietà con l’attuale rete delle filiali, focalizzata sulla consulenza e sui servizi ad alto valore, il nostro Gruppo ha voluto investire in questa nuova società per diventare leader nei servizi finanziari di prossimità”- ha commentato Stefano Barrese, responsabile della Divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo – “Considerata l’estrema capillarità della presenza degli esercizi commerciali coinvolti, la nuova realtà consentirà ai 12 milioni di clienti della divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo di poter disporre di prodotti e operazioni finanziarie di base in un modo ancora più semplice e accessibile, anche nei comuni e nelle frazioni più piccole che oggi sono rimaste senza una presenza bancaria diretta”.