Marco Sala, CEO di IGT, gruppo che fa capo a Lottomatica, parla del mercato del gaming e delle possibili novità introdotte con la legge di Bilancio 2020.

“La proposta attuale include tasse più alte sulle macchine da gioco e tasse più elevate sulle vincite dei giocatori. Sono stati delineati anche i parametri per la prossima gara per le concessioni degli apparecchi da gioco. Penso che sia importante rimanere radicati nella nostra capacità, storica, di affrontare queste sfide”. Così Marco Sala, CEO di IGT, International Game Technology, agli investitori in occasione della presentazione dei risultati del 3° trimestre 2019. “Negli ultimi anni abbiamo affrontato l’aumento della tassazione sul gioco. In quel lasso di tempo, il nostro EBITDA in Italia è cresciuto nonostante i venti contrari, compreso il periodo che precede il 2019. Abbiamo gestito la situazione attraverso un’innovazione costante e una gestione dei costi controllata, mantenendo o migliorando la nostra posizione di mercato in tutti i mercati verticali di gioco. Il vero impatto delle normative non sarà noto fino all’approvazione della legge sul Bilancio alla fine dell’anno. Stiamo lavorando a una serie di iniziative in Italia e sono fiducioso nel fatto di poter ‘compensare’ l’impatto della imposizione proposta.

Sulla nuova gara per le concessione di AWP e Vlt, e i possibili rischi, Sala non lesina chiarimenti. “Prima di tutto credo che la tempistica, la scadenza per l’offerta sarà piuttosto difficile da rispettare per il governo. Il progetto di legge di bilancio richiede una regolamentazione nazionale uniforme per la distribuzione delle macchine da gioco. E le Regioni hanno una certa autonomia su questa materia. È un dato di fatto, oggi, ci sono molte leggi regionali in vigore. Il governo ha lavorato su questa armonizzazione, senza raggiungere un accordo. Di conseguenza la gara per le concessioni delle scommesse è stata posticipata, nonostante le licenze siano scadute un paio di anni fa. Questo è il motivo per cui penso che la scadenza proposta per l’offerta sarà molto difficile da rispettare. Detto questo, quando si tratta di ciò che è contenuto nella legge di bilancio, posso dire che, per le VLT, che rappresentano la maggior parte dei profitti delle nostre macchine da gioco, ciò che è stato inserito nella legge proposta è totalmente in linea con le nostre aspettative. Per le AWP, i costi di licenza sono una novità. Le AWP, come è noto, contribuiscono in modo meno importante ai nostri profitti e c’è un’ampia gamma di produttività attraverso la nostra rete. Di conseguenza, saremo le uniche macchine a fornire rendimenti solidi. A gennaio, prevediamo che le nuove tasse comporteranno un minor numero di unità AWP sul mercato – perché verrà eliminato parte del margine sulle macchine. Se ciò accadrà, ci sarà probabilmente una riduzione dell’offerta e forse una certa concentrazione. Detto questo, è abbastanza prematuro fare una valutazione perché non sappiamo quale sarà la decisione finale del governo in termini di legge di Bilancio. E dobbiamo aspettare i prossimi trimestri del 2020 per comprendere bene la volontà del governo di indire una gara alle condizioni che ho cercato di spiegare”.

Ma quale sarà l’impatto, in termini economici, delle nuove misure previste dalle legge di Bilancio?

Cerco di dare una risposta molto precisa riguardo all’impatto della maggiore tassazione prevista per il 2020. Ci aspettiamo che l’impatto lordo dell’EBITDA delle nuove imposte sulle macchine da gioco sia di circa $ 30 milioni e stiamo lavorando a una serie di iniziative, alcune nelle macchine da gioco, ma alcune in tutto il resto del portafoglio italiano, per compensare l’impatto delle macchine da gioco. Quindi presteremo attenzione all’azione che implementeremo nelle macchine da gioco perché dobbiamo prestare attenzione alla riduzione del pagamento o perché sta influenzando le scommesse, ma abbiamo una solida serie di iniziative aggiuntive che penso che riveleremo al momento di presentare le indicazioni per il prossimo anno che consentiranno al team italiano di compensare completamente l’impatto dei $ 30 milioni che avremo per il prossimo anno”, fa sapere il CEO di IGT.

Parole confermate da Alberto Fornaro, CFO di IGT: “Stiamo lavorando a una serie di iniziative, alcune nelle macchine da gioco. Ad esempio una messa a punto del pagamento per recuperarne una parte. Ma stiamo anche lavorando ad alcune nuove iniziative sul resto del portafoglio italiano. La combinazione delle azioni previste ci renderà sicuri di poter compensare l’impatto dell’aumento delle tasse del 2020”. Fornaro ha ricordato agli investitori che i ricavi riferibili al segmento degli apparecchi da gioco in Italia sono diminuiti a causa delle maggiori imposte. Le giocate alle AWP sono rimaste stabili nel trimestre per il fatto che l’entusiasmo dei giocatori per i nuovi giochi ha contribuito a compensare la riduzione della percentuale di pagamento. Il calo delle scommesse alle VLT è dovuto alla reazione del mercato all’adeguamento introdotto di recente al payout.

A proposito dell’andamento del mercato delle gaming machines dopo una prima riduzione della percentuale di vincita imposta da un provvedimento legislativo Alberto Fornaro spiega che “nell’anno precedente non abbiamo registrato un calo delle giocate legato al calo del payout. Uno dei motivi è che tutti gli operatori hanno cercato di innovare i prodotti in modo da rendere meno percepibile la riduzione del payout delle macchine. Dopo alcune ondate di riduzione del payout , e ora i giocatori lo stanno aumentando le loro scommesse. Il punto è che le scommesse sono in calo e perché il pagamento è in calo. Ci vorrà del tempo per stabilizzarlo. E sicuramente noi monitoreremo molto attentamente. Prevediamo inoltre che alcuni nuovi prodotti possano portare sul mercato il tipo di innovazione che può compensare il prodotto, l’impatto delle scommesse sui pagamenti e, nel corso di un periodo di tempo, le scommesse si stabilizzeranno di nuovo. Ma è chiaro che è sempre una sfida per la nostra attività quando si è in grado di reggere sulla riduzione del payout”.

Quale sarà l’imbatto di questi cambiamenti in termini di mercato? Ci sarà una concentrazione dei fornitori di apparecchi? In che termini?

Ci sono state – nel recente passato – concentrazioni. Stiamo cercando di capire il contesto normativo, quale sarà alla fine il nostro approccio all’offerta. Pensiamo che ci saranno alcuni cambiamenti strutturali, ma è qui che la nostra analisi si ferma”, fa sapere Fornaro.

Quanto ai risultati finanziari di IGT nel 3° trimestre 2019 Marco Sala ha evidenziato alcuni punti chiave

Lo slancio delle nostre attività principali è evidente nei solidi indicatori chiave di performance del terzo trimestre. Le vendite globali di apparecchi da gioco sono state positive. Il flusso di cassa è solido, raggiungendo un record di $ 456 milioni per i primi 9 mesi, in linea con le nostre aspettative.

Le entrate della lotteria, escludendo il mercato italiano, sono aumentate del 2% nel terzo trimestre, in quanto la crescita del 4%, ad esempio nei giochi ad estrazione, ha compensato l’attività del jackpot inferiore negli Stati Uniti. In Italia, il volume della raccolta è stabile, con il Gratta e Vinci che compensano un un leggero calo del Lotto.

Vale la pena sottolineare la forza delle vendite dei nostri prodotti della lotteria nordamericana negli ultimi 2 trimestri. La nostra suite in espansione di macchine self-service ha stimolato l’interesse dei nostri clienti nelle recenti fiere. Il nostro self-service GameTouch 20 prevede la vendita di un mix di giochi , biglietti istantanei e giochi con jackpoted è pensato per servire i grandi rivenditori nazionali.

Finora sono state distribuite circa 1.200 unità in 10 stati. Il nostro cabinet GameTouch, ispirato a un dispositivo che utilizziamo per le scommesse sportive in Italia e nel Rhode Island, ci offre un servizio per i giochi di ampia portata con particolare attenzione a Keno. È stato sviluppato per facilitare l’adozione da parte dei rivenditori in ristoranti, bar e altri spazi sociali. L’espansione del canale è la chiave per guidare la futura crescita dei ricavi della lotteria, e questo è ciò di cui si occupano questi prodotti.

Negli ultimi mesi abbiamo avuto importanti conferme ed aggiudicazioni di contratti della lotteria. IGT è stata selezionata per fornire sia la tecnologia della lotteria sia la stampa istantanea dei biglietti per la nuova lotteria del Mississippi. Abbiamo anche ottenuto estensioni pluriennali in Colorado, Minnesota e Kentucky e abbiamo appena firmato un contratto di 5 anni per la gestione delle strutture e la vendita dei prodotti con la lotteria dell’Oregon. In un significativo sviluppo della lotteria, la nostra joint venture 50-50 è stata recentemente premiata con la licenza brasiliana Lotex di 15 anni. Questo è un grande passo verso la privatizzazione dei giochi istantanei della lotteria in Brasile, l’ottava economia più grande del mondo. È anche una finestra importante su altre opportunità in quanto il Brasile apre ulteriormente ai giochi regolamentati.

Gli istants possono svilupparsi in un motore significativo della crescita durante il periodo di licenza. Dato l’investimento di capitale relativamente modesto richiesto. Prevediamo che questo business genererà per noi un ritorno sugli investimenti superiore alla media. È stato un trimestre forte per la nostra attività di gioco globale. Le vendite di unità di macchine da gioco sono aumentate del 44% rispetto all’anno precedente, trainate da un aumento del 62% delle unità di sostituzione.

Abbiamo iniziato a lanciare il nostro nuovo cabint Cobalt sviluppato per aumentare il nostro profilo nell’Europa orientale e stiamo registrando interesse anche per altre regioni. La base installata in Nord America resta stabile e sta generando rendimenti più elevati. The Wheel of Fortune Cash Link e 4 titoli B continuano a comandare posizionamenti incrementali. Le prime indicazioni di – sui nostri giochi The Price is Right lanciati di recente sono buone.

Per inciso, lasciatemi dire che dopo un duro lavoro e molti investimenti è molto gratificante essere in grado di registrare i progressi che abbiamo fatto nella nostra attività delle gaming machines”.