Le oltre 700 sale giochi Merkur in Germania e in Europa sono attualmente tutte chiuse, così come lo sono anche tutte e dieci le sedi di casinò tedesche del gruppo Gauselmann e le centinaia di negozi di scommesse sportive in Germania e all’estero. Tuttavia, la società a conduzione familiare della Westfalia occidentale guarda al periodo successivo alla crisi con coraggio e fiducia.

Advertisement

“Per il gruppo Gauselmann, la solidarietà è all’ordine del giorno”, sottolinea il patriarca dell’azienda Paul Gauselmann (nella foto). “Attualmente il nostro obiettivo è mantenere tutti i 14.000 posti di lavoro nel nostro gruppo aziendale nella massima misura possibile. I nostri dipendenti si sono dedicati all’azienda per molti anni e decenni, quindi non possiamo abbandonarli in questi tempi difficili. Questo è un compito enorme e impegnativo se si considera che attualmente non stiamo generando entrate”.

Il lavoro a breve termine è il modo chiave per preservare i lavori a lungo termine. Nel gruppo Gauselmann ne sono interessati circa 13.500 dipendenti. “In alcuni casi in cui il lavoro a breve termine porterebbe a difficoltà sociali estremamente drammatiche, aggiungeremo l’indennità di lavoro a breve termine. Date le dimensioni della nostra azienda, si tratta di un carico considerevole, che stiamo sostenendo non solo per motivi di solidarietà ma anche per garantire la nostra azienda”, afferma Paul Gauselmann. Per solidarietà, i membri del consiglio di amministrazione e i dirigenti, composti da circa 60 persone, rinunciano o rinviano il pagamento, in media, del 50 percento del loro stipendio.

In consultazione con i proprietari terrieri, i pagamenti degli affitti per i locali del gruppo Gauselmann in Germania per ora sono stati ridotti di circa il 50%. “Questa misura ci aiuta a garantire liquidità e quindi a conservare una certa quantità di influenza”, continua Paul Gauselmann. “Ciascuna parte sostiene il 50% della perdita di cui non è responsabile”.

Il gruppo Gauselmann è orientato al rilancio del mercato. I team di sviluppo stanno quindi continuando a lavorare su nuovi prodotti in modo da poter offrire ai clienti i migliori giochi, macchine e servizi “Made in Germany” in futuro. Il gruppo aziendale è ottimista sul fatto che sale giochi e casinò in Germania riapriranno presto. Secondo Paul Gauselmann, ciò è anche urgentemente necessario per motivi di protezione dei giocatori, poiché si deve osservare un uso significativamente maggiore del gioco d’azzardo online dall’estero poiché tutti i locali e le altre offerte di giochi legali hanno dovuto necessariamente chiudere a causa della crisi del coronavirus. “In queste circostanze, al momento non possiamo più collaborare al compito formulato nel trattato statale sul gioco d’azzardo per guidare la naturale spinta della gente a giocare in modo tale che lo facciano in modo ordinato e per contrastare la proliferazione di offerte di gioco illegali”, riferisce Paul Gauselmann.

Il gruppo Gauselmann è preparato in modo ottimale per una riapertura dei locali il più presto possibile. “I locali commerciali, in particolare, hanno il vantaggio che, in base alle disposizioni di legge, stanno già implementando requisiti che rispettano comunque il principio del distanziamento sociale. Pertanto, quando riapriremo i nostri locali, questi, unitamente ad ulteriori misure estese, garantiranno una protezione ottimale dalle infezioni per i nostri ospiti e dipendenti”, assicura Dieter Kuhlmann, membro del consiglio di amministrazione responsabile delle operazioni di gioco.