Gauselmann UK sta definendo nuovi standard di protezione dei giocatori con il lancio di 360, un programma che consolida il continuo impegno dell’azienda nei confronti della responsabilità sociale.

360 è stato sviluppato a seguito di una stretta consultazione con il Global Gambling Guidance Group (G4) il cui programma di accreditamento aiuta le organizzazioni a stabilire una cultura del gioco responsabile e implementare iniziative che riducano al minimo i danni causati dal gioco problematico. L’audit ad ampio raggio di G4, che includeva una valutazione culturale basata su interviste condotte tra il personale che lavora a tutti i livelli dell’organizzazione, è stato documentato in un programma di lavoro d’azione specifico Gauselmann UK dedicato.

Impegnata a trasformare l’audit G4 in qualcosa di più di un semplice esercizio di contrassegno, Gauselmann UK sta creando l’infrastruttura necessaria per garantire che la responsabilità sociale sia sempre in primo piano e al centro dell’attività, guidata da un comitato consultivo di dirigenti senior e specialisti esterni.

Il comitato consultivo di sei persone fisserà obiettivi chiave e kpi, stabilirà un metodo per misurare il successo, porterà nuove idee sul tavolo ed esplorerà le migliori pratiche che includeranno attingere all’esperienza di altre giurisdizioni e in altri settori.

Una delle caratteristiche più tangibili di 360 e che guiderà i suoi obiettivi in ​​tutta l’azienda è la nomina di un Customer Experience Manager, un nuovo posto di ruolo unico e dedicato che riporterà direttamente al CEO.

“L’obiettivo in tutto ciò che facciamo – che si tratti di progettazione di giochi, servizio clienti o esperienza di visitare uno dei nostri 160 AGC Merkur Cashino – è quello di essere i migliori del settore e questo si estende anche alla fornitura della responsabilità sociale più efficace” ha dichiarato Sascha Blodau (nella foto), Direttore Generale Gauselmann (UK). “Quando si tratta di proteggere i vulnerabili e la piccolissima percentuale di giocatori che potrebbero avere problemi a causa dell’intrattenimento con puntate basse, non si può mai fare abbastanza, è un viaggio senza che ci sia effettivamente una destinazione finale”.

Delineando le sue aspirazioni per il programma che va avanti, Sascha Blodau ha confermato: “Abbiamo spiegato 360 e condiviso i nostri obiettivi con Bacta, con il Gambling Business Group, la Gambling Commission, con GamCare e con YGAM, che sono stati tutti molto favorevoli e incoraggianti per ciò che ci proponiamo di ottenere. Vogliamo assicurarci di stabilire gli standard più elevati al fine di offrire un’esperienza di intrattenimento di gioco sicura a tutti i nostri clienti, in particolare a quelli che potrebbero richiedere livelli aggiuntivi di supporto. Credo che in 360 abbiamo creato il programma di gioco più sicuro e completo nel Regno Unito per completare quello che è il team del settore più professionale e dedicato ai consumatori del Paese”.