L’intensa attività di CSR di CODERE ITALIA in primo piano nel sito web della Camera di Commercio di Spagna in Italia, dove è stata pubblicata una nota in cui vengono riportati alcuni dei principali progetti realizzati nel mercato Italiano a partire dal 2000.

‘Codere Italia, in qualità di concessionario di gioco legale, opera nel mercato italiano dal 2000. Grazie a una grande esperienza acquisita in mercati come Spagna e America Latina (Argentina, Messico, Panama, Colombia, Uruguay) ha portato nel Belpaese le sue attività di gioco, prima fra tutte il Bingo, attraverso una serie di Gaming Hall che contano oggi oltre 800 persone impiegate su tutto il territorio nazionale.

Attenta da sempre alla Responsabilità Sociale d’Impresa e ai risvolti più pratici che questa pratica può avere soprattutto nelle aree oggetto del proprio business, Codere Italia è riuscita nel tempo a costruire dei progetti itineranti che danno appuntamento a esperti del settore, referenti della politica locale e nazionale, esponenti di forze dell’ordine, associazioni non profit, personalità scientifiche e opinion leader.

Il workshop “In nome della legalità” è l’esempio di come un primo incontro, ospitato a Roma nel 2011 presso il Palazzo dell’Informazione, sia stato l’inizio di un percorso a livello nazionale per la promozione della sicurezza e della legalità nel gioco. Fortemente voluto da Codere, questo appuntamento, arrivato ormai alla 15esima tappa, negli anni ha riscosso successo anche tra gli organi di stampa. Tra le città interessate dalle tappe ci sono state: Roma, Milano, Bologna, Firenze, Caserta, Torino e Viterbo. Il prossimo incontro è in programma a Lecce per il 26 novembre.

Altri appuntamenti con “In nome della Legalità” si terranno in altre città d’Italia al fine di tenere sempre alta l’attenzione sulla tutela del gioco lecito e responsabile. La Responsabilità Sociale rappresenta quindi per Codere un forte elemento distintivo nel mercato di riferimento. Accanto a questo progetto ne sono stati sviluppati altri orientati al sociale, alla solidarietà e al delicato tema della violenza sulle donne e sui minori. Esperienze importanti sono “Mangia per bene”, un’iniziativa per raccogliere fondi realizzata attraverso l’organizzazione di cene a favore di importanti associazioni non profit quali “La Casa di Peter Pan” di Roma, il “Villaggio di Esteban” a Salerno e “La casa dei Risvegli” di Bologna. A seguito del terremoto che ad agosto 2016 ha colpito l’area del centro Italia, è stata promossa una nuova raccolta fondi nelle Gaming Hall attraverso il progetto “La tradizione aiuta la ricostruzione”.

Attualmente Codere Italia è impegnata a sostenere: l’associazione IO, Domani… , che attua un sostegno attivo per il Centro di Oncologia Pediatrica nella Clinica Pediatrica dell’Università “La Sapienza” di Roma, la Fondazione Telethon, con iniziative per promuovere donazioni spontanee, e l’AIL di Salerno, in occasioni di eventi specifici. Al delicato tema della violenza sulle donne e sui minori è invece dedicato il progetto itinerante “Innamòrati di te” partito nel 2015. Anche questa iniziativa ha toccato moltissime città italiane, da nord a sud, con un riscontro di pubblico sempre positivo. Tutti gli appuntamenti sono infatti a ingresso libero e gratuito.  Un percorso di impegno sociale sul territorio iniziato nel 2014 con la sponsorizzazione del progetto artistico e culturale di Caterina Orzi dal titolo “Amori dalla cenere”: una mostra fotografica allestita presso la Biblioteca della Camera dei Deputati a Roma dedicata alla Giornata Internazionale per la lotta alla violenza sulle donne.

Questo forte impegno di Codere sul territorio è un esempio positivo di come un operatore di gioco, nel caso specifico facente parte di una multinazionale quotata in borsa a Madrid, possa dare un valido contributo al miglioramento delle condizioni economico-sociali delle aree di influenza della propria attività’.