CIRSA, multinazionale leader nel gioco e nel tempo libero e azienda leader del settore in Spagna, ha registrato un utile operativo di 28,6 milioni di euro nel primo trimestre del 2021. L’utile operativo da gennaio a marzo è stato di 156,4 milioni di euro.

Questi risultati rispondono alle chiusure e alle continue restrizioni su orari e capacità derivanti dalla pandemia, che ha continuato a colpire tutti i mercati e le attività in cui l’azienda è presente nei mesi di gennaio, febbraio e fino a metà marzo. Questo effetto si è tradotto in una significativa riduzione delle ore di funzionamento rispetto a un mese pre-covid convenzionale, che era del 29% a gennaio, del 24% a febbraio e ha iniziato a recuperare più fortemente a metà marzo, raggiungendo il 46%. Sia ad aprile che nelle prime settimane di maggio si consolida un generale miglioramento dell’orario di lavoro derivante dall’accelerazione del processo vaccinale e dal suo impatto positivo sulle restrizioni.

In Italia L’EBITDA delle attività è stato di -3,8 € da 0,9 milioni di € nel 1Q-2020.

Complessivamente la rete conta 7,043 slot e 2.468 videolottery.