Sogei, pur comprendendo le difficoltà e il disagio creati ai Cittadini dai rallentamenti verificatisi il 3 novembre per la gestione del “Bonus mobilità”, precisa che l’infrastruttura dedicata al servizio non ha registrato anomalie.

Il Data Center di Sogei in tutte le sue componenti è dimensionato per sostenere piattaforme e servizi nazionali critici e strategici i cui carichi di lavoro, anche in termini prestazionali, sono di gran lunga superiori a quanto richiesto per supportare il servizio in questione.

Il provider di rete, alcuni minuti prima della apertura del sito dedicato, ha rilevato un traffico anomalo e ha messo fuori connessione l’Azienda con la conseguenza che tutti i servizi erogati sono risultati irraggiungibili. In seguito il sito è stato reso disponibile ed è partita la procedura prevista di accoglienza dei Cittadini nella sala d’attesa virtuale gestita in cloud.

L’accesso alla piattaforma è proseguito nel corso della giornata secondo le regole comunicate dal Ministero dell’Ambiente, garantendo trasparenza e diritto di accesso e mantenendo la priorità acquisita dagli utenti.

I sensibili e prolungati rallentamenti dovuti ai problemi di autenticazione SPID riscontrati da alcuni provider sono stati affrontati e da loro risolti con la piena collaborazione e disponibilità di Sogei, nel comune sforzo di ridurre il grave disagio arrecato ai Cittadini.