Il gruppo Ladbrokes ha presentato ricorso al Conseil Constitutionnel con l’obiettivo di ottenere la cancellazione di alcune disposizioni previste dalla legge adottata dallo stato belga lo scorso maggio, in particolare l’obbligo di controllare l’identità dei giocatori. 

In un’agenzia, purché si siano compiuti  i 18 anni, tutti sono liberi di giocare. Presto in Belgio non sarà più così: quelli noti come “gli interdetti al gioco” non avranno più accesso alle agenzie. Come nei casinò, sarà necessario verificare che il nome del giocatore non compaia nel database della Commissione dei giochi.

Il gruppo Ladbrokes ha deciso di ricorrere contro questa norma che dovrebbe entrare in vigore a breve: questa disposizione, dicono, dirotterà alcuni dei clienti verso altri luoghi meno controllati. E quelli che non possono più entrare passeranno attraverso intermediari, temono alla Ladbrokes, mentre questo fenomeno oggi sarebbe praticamente scomparso.

Ladbrokes ha incaricato i suoi avvocati di convincere le autorità a tornare indietro.