slot

Il sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano ha firmato nella giornata di oggi l’ordinanza che disciplina gli orari di accensione degli apparecchi automatici da intrattenimento a vincita lpresenti in bar e tabaccai che da domani dovranno essere spente in orari prestabiliti.

Secondo il provvedimento queste ultime potranno essere accese dalle 19 alle 24 e dalle 24 alle 7, tutti i giorni, compresi i festivi. In tutti gli esercizi in cui sono installati apparecchi da gioco in denaro, il titolare dovrà esporre un apposito cartello contenente le formule di avvertimento sul rischio di dipendenza dalla pratica di gioco con vincita in denaro, nonché altre prescrizioni previste dalla normativa in materia.

Inoltre sarà anche obbligato ad esporre all’esterno del locale un cartello indicante l’orario di aperture delle sale giochi e del funzionamento degli apparecchi. Questi ultimi, durante l’orario di sospensione del funzionamento dovranno essere spenti e mantenuti inaccessibili.

La violazione dell’ordinanza comporta la sanzione amministrativa che va da un minimo di 80 euro ad un massimo di 500. In caso di particolare gravità o recidiva si applicherà, per un periodo non superiore a 5 giorni, la sanzione accessoria che prevede la sospensione del funzionamento di tutti gli apparecchi di intrattenimento e svago con vincita in denaro.

La recidiva si verificherà nel momento in cui la violazione delle disposizioni sarà commessa per due volte in un anno e per ogni ulteriore violazione successiva alla seconda, anche se il responsabile ha provveduto al pagamento della sanzione. Sul rispetto dell’ordinanza vigilerà, ovviamente, la Polizia Locale.

Il Sindaco

ORDINA

1). di stabilire sul territorio di questo Comune, che l’orario di funzionamento degli apparecchi di intrattenimento e svago con vincita in denaro di cui all’art. 110, comma 6 del TULPS, installati negli esercizi autorizzati ex art. 86 e 88 del TULPS e negli esercizi ove è consentita la loro installazione, sia fissato nel seguente modo:
 dalle ore 19,00 alle ore 24,00 tutti i giorni, festivi compresi;
 dalle ore 00,00 alle ore 07,00 tutti i giorni, festivi compresi;
2). che in tutti gli esercizi in cui sono installati apparecchi da gioco in denaro, il titolare della relativa autorizzazione di esercizio, o titolo equivalente (s.c.i.a.), è tenuto ad osservare, oltre a quanto sopra indicato, anche le seguenti disposizioni:
-obbligo di esposizione di un apposito cartello in luogo ben visibile al pubblico, contenente in
caratteri evidenti le formule di avvertimento sul rischio di dipendenza dalla pratica di giochi con vincita in denaro, nonché le altre prescrizioni previste dalla normativa in materia;
-obbligo di esposizione all’esterno del locale di un cartello indicante l’orario di apertura delle
sale giochi e/o funzionamento degli apparecchi;
-gli apparecchi durante l’orario di sospensione del funzionamento dovranno essere spenti tramite l’apposito interruttore elettrico di ogni singolo apparecchio ed esse re mantenuti non accessibili;
DISPONE
che la violazione della presente ordinanza comporta la sanzione amministrativa pecuniaria da un minimo di euro 80 ad un massimo di euro 500, ai sensi dell’art. 7/bis del Decreto Legislativo n. 267/2000 con l’applicazione dei principi di cui alla Legge 24 Novembre 1981 n. 689;
che in caso di particolare gravità o recidiva si applicherà, per un periodo non superiore a 5 (cinque) giorni, la sanzione accessoria della sospensione del funzionamento di tutti gli apparecchi di intrattenimento e svago con vincita in denaro, di cui all’articolo 110, comma 6, del TULPS, collocati nel locale o nel punto di vendita di gioco, autorizzato ex artt. 86 e 88 del TULPS;
che la recidiva si verifica qualora la violazione delle disposizioni sia stata commessa per due volte in un anno solare, e per ogni ulteriore violazione successiva alla seconda, anche se il responsabile ha proceduto al pagamento della sanzione;
che il Comando di Polizia Locale è incaricato della vigilanza e di ogni attività utile a garantire il rispetto del presente provvedimento, insieme agli altri soggetti della forza pubblica;
AVVERTE
che, contro il presente provvedimento, può essere presentato ricorso:
-entro gg. 60 dalla pubblicazione al T.A.R. Liguria;
-entro gg. 120 dalla pubblicazione al Presidente della Repubblica, ex artt. 8 e segg. D.P.R.
24.11.1971, n° 1199.

 

Commenta su Facebook