Il Commissario Straordinario all’emergenza, Generale Figliuolo ha dichiarato ieri che la partenza delle vaccinazioni in azienda potrebbe verificarsi all’inizio del mese di giugno.

Sta quindi prendendo forma il calendario per la realizzazione pratica, che intende dare un forte contributo al piano vaccinale nazionale. Il Garante della Privacy ha fornito indicazioni su come trattare i dati dei lavoratori che verranno vaccinati.

Criteri e classi di priorità delle vaccinazioni in azienda

E’ ancora in corso di definizione il piano lavoro di suddivisione delle aziende per la priorità negli accessi in collaborazione. Si tratta di una collaborazione tra INAIL e Ministero del lavoro la cui decisione finale è attesa per la prossima settimana in sede di Conferenza Stato-Regioni.

Le aziende verranno suddivise in tre classi sulla base dei codici ATECO.

Il rischio è stato definito in base ai seguenti criteri:

  • esposizione, prossimità e aggregazione già utilizzati per le riaperture nell’aprile del 2020
  • dati del monitoraggio delle denunce di infortunio da Covid-19 aggiornate periodicamente dall’Inail fino al 31 marzo
  • le evidenze scientifiche disponibili sul rischio di contagio nei contesti lavorativi.

Questa la bozza di suddivisione:

Priorità Classi Ateco Numero lavoratori
CLASSE 1 Industrie alimentari; pelli e similari; stampa e produzione di supporti registrati; reti fognarie; trasporto terrestre e trasporto mediante condotte; trasporto aereo e marittimo; servizi postali; servizi di vigilanza e investigativi; attività cinematografica; attività artistiche, sportive e di intrattenimento; lotterie, scommesse e sale da gioco. 6,8 milioni
CLASSE 2 Coltivazioni agricole; pesca; estrazione petrolio; industria delle bevande; industria tessile; costruzione degli edifici; raccolta, trattamento e fornitura di acqua; commercio all’ingrosso; attività editoriale; Tlc, attività di servizi finanziari escluse le assicurazioni; altre attività professionali; attività di noleggio e leasing; biblioteche, archivi e musei; attività associative 5,9 milioni
CLASSE 3 Silvicoltura; estrazione minerali e produzione metalli; industria del tabacco; confezione di articoli di abbigliamento; industria del legno; fabbricazione della carta; fabbricazione in gomma e articoli in plastica; fabbricazione autoveicoli e rimorchi; apparecchiature elettriche; fabbricazione mobili; forniture elettriche; gas e vapore; assicurazioni e fondi pensione; ricerca scientifica e sviluppo; riparazione computer

fonte Sole24Ore