“Ci siamo avvicinati al mondo del gioco dopo l’assegnazione della Delega al sottosegretario Baretta. Un mondo interessante, con aspetti normativi, istituzionali e sociali. Noi ci occupiamo della parte normativa, ma avendo contatto con tutti i soggetti coinvolti non abbiamo potuto fare a meno di interessarci di tutti gli altri aspetti. Una cosa credo di aver imparato: che ci vuole consapevolezza nel conoscere. Quella del gioco è una realtà che soffre di preconcetti. Certo non è un mondo dorato, ma nemmeno così ‘solo’ negativo. L’interesse a conoscere, a migliorare, ad armonizzare i vari aspetti, è di estrema importanza. Avere conoscenza e consapevolezza è l’invito che rivolgo nell’approcciare l’argomento”.

Lo ha detto Daniela Lembo, Capo Segreteria del Sottosegretario al Mef Pier Paolo Baretta, intervenendo al convegno ‘Giochi senza frontiere’ dedicato al gioco esaminato dal punto di vista politico, psicologico e storico presso l’Università degli Studi di Salerno.