La Gambling Commission britannica ha pubblicato ulteriori dati che mostrano come il rinnovato inasprimento delle misure di lockdown dovute al Covid-19 abbia influenzato il comportamento del gioco d’azzardo in Gran Bretagna.

“I dati riflettono il periodo tra marzo e novembre, inclusi, e coprono sia il gioco d’azzardo online che la ricerca sui consumatori. A seguito dell’inasprimento delle restrizioni causate dal lockdown e del licenziamento di molti dipendenti per novembre non abbiamo richiesto dati agli operatori di scommesse autorizzati (LBO). Ricominceremo la raccolta di questi dati in un momento in cui gli LBO potranno riaprire”.

I dati della ricerca sui consumatori continuano a mostrare che nella popolazione nel suo insieme non ci sono prove di un aumento significativo o sostenuto dell’attività di gioco d’azzardo nel periodo Covid-19. Tuttavia, la ricerca evidenzia i collegamenti tra gli impatti della pandemia sul benessere finanziario e mentale delle persone e l’aumento del gioco problematico.

Gli ultimi dati degli operatori per novembre mostrano: l’attività nel mercato online è cresciuta, con un aumento su base mensile del 3% nei conti attivi e del 4% nelle scommesse, mentre il rendimento lordo del gioco (GGY) è diminuito del 13% a seguito della normalizzazione dei margini delle scommesse sugli eventi reali dopo i livelli elevati registrati nel mese di ottobre;
il rendimento lordo del gioco alle slot è aumentato del 3% a quasi £ 177 milioni. Anche il numero di scommesse è aumentato (dal 4% a oltre 5,2 miliardi) insieme al numero di account attivi (dall’1% a 2,8 milioni), una cifra che è la più alta nel periodo della pandemia Covid-19. Il numero di sessioni di slot online che durano più di un’ora è aumentato del 3% (a 2,2 milioni) da ottobre a novembre; 1% in più rispetto all’aumento delle sessioni complessive. La durata media della sessione è aumentata da 1 minuto a 22 minuti, con circa l’8% di tutte le sessioni che durano più di 1 ora.

Sulla base di questi dati e della nostra esperienza del periodo di pandemia fino ad ora, è necessaria una maggiore vigilanza da parte degli operatori durante questo nuovo blocco nazionale perché la maggior parte delle persone trascorrerà più tempo a casa ed è probabile che molte persone si sentano più isolate e vulnerabili a causa della durata del periodo di pandemia, delle nuove restrizioni e dell’ulteriore incertezza sulle loro circostanze personali o finanziarie. Sappiamo che alcuni consumatori, come i giocatori d’azzardo molto coinvolti che giocano a una vasta gamma di prodotti, rischiano di spendere più tempo e denaro nel gioco d’azzardo e il fatto che lo sport continuerà durante questo blocco significherà che ci sono più opportunità di scommettere per i clienti. Sappiamo che alcune persone potrebbero giocare per la prima volta.

Di recente abbiamo scritto agli operatori per ricordare loro le linee guida che abbiamo inizialmente rilasciato a maggio agli operatori online e le loro responsabilità durante questo periodo difficile per il paese. La Commissione continua a monitorare il rischio correlato al Covid-19 tramite: valutazione dell’impatto delle linee guida rafforzate fornite agli operatori; raccolta e pubblicazione dei dati raccolti; supporto al settore in quanto i locali terrestri si adeguino alle mutevoli restrizioni; laddove le prove identificano rischi aggiuntivi affrontati dai consumatori, intraprendere ulteriori azioni per proteggere i consumatori.