“Per quanto riguarda la tassazione indiretta (-8,2 per cento), l’andamento negativo dell’IVA dipenderà sostanzialmente dalla forte caduta attesa per i consumi delle famiglie, così come si ridurranno le altre imposte legate all’evoluzione del PIL. Nel DEF le stime relative al bilancio dello Stato evidenziano contrazioni notevoli in tutte le principali componenti: del 9,6 per cento per l’imposta sul valore aggiunto, del 5,8 per quella sugli olii minerali, dell’11,5 per cento per le imposte di registro e bollo, del 7 per cento per l’imposizione relativa al lotto e lotterie, che risentirà della chiusura delle attività relative ai giochi a causa della quarantena. È prevista in diminuzione anche la componente dell’IRAP versata dal settore privato”. E’ quanto si legge nel rapporto sulla programmazione di bilancio 2020 dell’Ufficio Parlamentare di Bilancio.