Depositata il 5.2.2019 la Sentenza del Tribunale di Nocera Inferiore, riferita ad imputato per il quale il Tribunale di Salerno aveva in precedenza sollevato questione pregiudiziale comunitaria.
L’imputato, difeso dall’avvocato Marco Ripamonti, collaborava con società austriaca che non era riuscita ad aggiudicarsi alcun diritto, pur partecipando alla gara Monti. Il Tribunale ha ritenuto l’incompatibilità comunitaria del bando non soltanto riguardo alla clausola di cessione dei beni a titolo non oneroso, ma puntando il dito anche contro la durata triennale dei diritti, che in occasione di precedenti bandi era stata fissata in nove anni.
Ne è scaturita assoluzione perché il fatto non sussiste, con disapplicazione della norma penale e dissequestro.

Commenta su Facebook