Digitalizzazione e sicurezza informatica sono tra le priorità per il rilancio della competitività e della crescita del paese, gli occhi puntati sulla Pubblica Amministrazione. In quest’ottica il ministro dell’Economia e delle Finanze, Giovanni Tria, informa una nota del Mef, ha visitato questa mattina la sede della Sogei, la società partecipata al 100% dal Tesoro che, da oltre quarant’anni, riveste un ruolo strategico nel settore e che oggi affronta le sfide della trasformazione digitale attraverso una rinnovata vision aziendale.

Tria ha incontrato il presidente di Sogei, Biagio Mazzotta, l’amministratore delegato dell’azienda, Andrea Quacivi, e il top management per un approfondito ed articolato scambio sugli scenari evolutivi del ruolo e dell’azione di Sogei e sulle impegnative sfide che l’Azienda dovrà affrontare.

Quacivi ha indicato le tre linee strategiche su cui sarà focalizzata l’azione della società nel prossimo triennio: articolazione del Modello operativo, accelerazione sull’Innovazione e attenzione al Valore delle Persone.

L’ad ha inoltre presentato al ministro il nuovo Piano di business, orientato a realizzare e sviluppare progetti altamente strategici per il Paese, attraverso un nuovo modello di collaborazione con le Istituzioni e i propri clienti con l’obiettivo di conferire ai nuovi servizi digitali previsti il più alto livello di efficacia dell’azione amministrativa e di benefici per i cittadini.

“Tria – precisa la nota del Mef – ha manifestato apprezzamento per i progetti e l’operato di Sogei e per il suo ruolo di abilitatore permanente della PA digitale e punto di riferimento dell’intero ecosistema pubblico che, in quanto Polo Strategico Nazionale, è in grado di garantire il mantenimento dei più elevati standard di qualità e di sicurezza delle informazioni e delle infrastrutture hardware e software a supporto dei servizi erogati”.

L’incontro si è concluso con una visita al Data Center e alle Sale controllo di Sogei.

Commenta su Facebook