Ricorso al tar per i nuovi orari Delle slot e vlt disciplinati dal nuovo regolamento entrato in vigore ad inizio del mese a Ponte di Piave, Mogliano.

Ma gli esercenti non ci stanno e vanno al tar: “La legge sia uguale per tutti”.

A gennaio l’allora commissario prefettizio Pietro Signoriello, in carica dopo la crisi di Giunta dello scorso agosto, firmò l’ordinanza che disciplina gli orari delle sale giochi .

Ieri però nel sito web del comune pubblicata la manifestazione di interesse per una consulenza e la conseguente difesa in giudizio del Comuneverso il ricorso notificato lo scorso 11 aprile.

I proponenti del ricorso al Tar, un gruppo di esercenti locali, spiegano: «Nei comuni limitrofi è disciplinata l’attività delle slot, mentre a Ponte le restrizioni riguardano qualsiasi tipo di gioco, anche i gratta & vinci.

Chiediamo parità di trattamento. Ok la disciplina, ma che sia per le slot come in tutti gli altri comuni vicini. E non tutti i giochi, come avviene qui. Chiediamo leggi uguali per tutti, non solo restrizioni per alcuni».