Dopo il ricorso depositato dall’Avv. Bernardo Procopio presso il Tribunale di Catanzaro, l’ufficio della Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM) di Catanzaro ha annullato, in autotutela, un’ordinanza ingiunzione emessa nei confronti del legale rappresentante di un circolo privato.

Nel ricorso il legale eccepiva la mancata legittimazione attiva della ricorrente per due motivi, il primo era che il verbale di sequestro non era stato elevato nei suoi confronti, il secondo che alla stessa mai nessuna contestazione era stata notificata, con violazione del disposto di cui all’art. 14 della L. 689/81, il quale prescrive che colui al quale deve essere notificato il verbale di violazione di una norma deve ricevere la notifica entro 90 gg. dall’accertamento della stessa.

L’Ufficio dei Monopoli, dopo aver ricevuto notifica del ricorso da parte del Tribunale di Catanzaro, emetteva provvedimento di annullamento dell’ordinanza ingiunzione in autotutela, dopo aver accertato la mancata notifica, ex art. 14 L. 689/81 della violazione nei confronti della ricorrente, quindi accogliendo i motivi di ricorso del legale.