E’ stato istituito, presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Roma Tor Vergata, il Corso di formazione professionalizzante “Giochi, scommesse e misure per la promozione del gioco responsabile. Il DGA”, adottato nell’ambito delle attività del “Gruppo Studi e Ricerche Diritti e Salute del Giocatore-Consumatore. Settore dei giochi e delle scommesse”, di cui è Coordinatore didattico il professore e avvocato Cristiano Iurilli (nella foto).

“Il Corso è il primo in Italia ad affrontare in modo multidisciplinare il DGA, inserendosi e recependo pienamente quanto rappresentato dalle linee guida del c.d. Decreto Speranza del 19 luglio 2021”, spiega il professor Iurilli.

“I destinatari del corso sono riconducibili al personale appartenente al mondo del gioco pubblico (i.e. concessionari pubblici, i gestori, gli esercenti), del settore sanitario e delle pubbliche amministrazioni centrali e locali (i.e. ASL, medici di base, Regioni, Comuni). Il corso, che si svolgerà presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Roma Tor Vergata, anche in modalità mista e si articolerà in cinque insegnamenti per un totale durata di 32 ore, vedrà un riconoscimento di 6 CFU universitari.

Il corso si articolerà nei seguenti moduli:
a.     Inquadramento generale gioco pubblico ed analisi della domanda di gioco.
b.     Il marketing responsabile.
c.     Il gioco responsabile ed il ruolo della comunicazione.
d.     Contratto e gioco d’azzardo patologico. Il giocatore come consumatore. Le tutele contrattuali, ove si analizzeranno il gioco e la scommessa nella loro visione contrattuale, il gioco on line, le nuove forme di giochi e sommesse come le scommesse finanziarie, i Social network ed il gaming.

In questo ambito – prosegue Iurilli – si approfondirà la tutela del consumatore-giocatore, i temi dell’informazione e della pubblicità, la Gamification ed i suoi collegamenti con la Gamblification, nonché le problematiche relative al game for fun, gli esports ed i Ticket redemption.

Altre tematiche riguarderanno le tutele legali assistenziali e cliniche, la funzione degli intermediari bancari e degli intermediari nella prevenzione e controllo del DGA, le relazioni con i presidi antiriciclaggio, il modulo ampliamente multidisciplinare ove si affronteranno le dinamiche cliniche ed assistenziali relative al DGA, le dipendenze, i livelli essenziali di assistenza, il sistema delle limitazioni alla capacità di agire dell’uomo, in relazione agli istituti della interdizione ed inabilitazione e dell’amministrazione di sostegno, ma si affronterà la tematica anche da un punto di vista organizzativo delle aziende di gioco, con riferimento ai modelli di vigilanza 231/01, la disciplina contro la lotta al riciclaggio ed il nuovo reato di autoriciclaggio, le problematiche inerenti l’erogazione del credito e i rapporti con il DGA e infine il problema del sovraindebitamento delle famiglie”, conclude il professore.