Print Friendly, PDF & Email

La rete dei gestori del gioco lecito italiano mobilitatasi per aiutare chi ha perso tutto a causa dell’evento sismico, ha concluso la raccolta fondi cui hanno partecipato tutte le aziende aderenti a REI (Rete Egida Italia)

Sarà l‘Anci Marche (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) il destinatario della sottoscrizione lanciata per le popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto da Rete Egida Italia (REI), primo contratto di rete nazionale che racchiude le aziende virtuose nel campo del gioco lecito e che ha sede nelle Marche.
REI, con l’iniziativa partita subito dopo il verificarsi del terremoto nel Centro Italia, ha raccolto 40mila euro e ha deciso di riversare la somma per le attività coordinate dall’associazione che raggruppa i comuni del Paese, immediatamente mobilitatisi per portare sostegno alle comunità terremotate. La cifra è derivata da importi volontari e verrà utilizzata per contribuire ad assistere le popolazioni in difficoltà a causa dell’emergenza, con particolare riferimento ai ragazzi e ai bambini, come del resto è accaduto già pochi giorni fa attraverso la consegna di alcuni biliardini al Comune di Arquata del Tronto promossa proprio da Rete Egida Italia.
Per questo REI ringrazia tutte le società aderenti alla rete di impresa, sicura che la somma raccolta potrà rappresentare un limitato ma significativo contributo alla ricostruzione del territorio e un sostegno, insieme concreto e morale, alle persone che molto hanno perso a causa del sisma.

Commenta su Facebook