Anche in questo fine settimana l’attività della Polizia di Stato di Taranto ha avuto un occhio particolare al controllo del territorio, finalizzato sia a garantire il regolare svolgimento della vita cittadina, sia alla verifica del rispetto delle disposizioni contenute nel recente Decreto Ministeriale.

Nel mirino dei poliziotti anche una sala scommesse che, pur priva di licenza di polizia, operava in collaborazione con un bookmakers straniero. Trovate e sequestrate, all’interno dei locali, numerose ricevute che attestavano l’avvenuta raccolta di scommesse.

Sono state quindi poste sotto sequestro tutte le apparecchiature informatiche presenti nel centro scommesse, denunciando il gestore per esercizio dell’attività di raccolta scommesse privo della prevista licenza autorizzativa. Elevata anche la relativa sanzione amministrativa per circa 6.500 euro.