slot

“Andiamo avanti fiduciosi con la nostra battaglia. Al momento c’è un provvedimento, e non una sentenza”. E’ il commento a caldo della società concessionaria e distributrice degli apparecchi da gioco con vincite in denaro che si è vista rigettare dalla seconda sezione del Tar di Genova la richiesta di sospensiva dell’ordinanza “no slot” del sindaco Enrico Ioculano, che impone lo spegnimento delle slot machines dalle 7 alle 19 sul territorio comunale di Ventimiglia (IM).

“E’ necessario evidenziare che al momento il tribunale amministrativo regionale si è espresso sul concedere una sospensiva dell’ordinanza e non sulla sua, o meno, legittimità”, ha aggiungo la società. Si legge infatti nell’ordinanza: “Considerato come, nel bilanciamento degli interessi proprio della presente fase cautelare, a fronte di un interesse meramente patrimoniale, appaiano di gran lunga prevalenti le esigenze di tutela della salute pubblica sottese al provvedimento impugnato, il Tar rigetta la domanda incidentale di sospensione dell’esecuzione del provvedimento”.

“I giudici hanno chiesto a entrambe le parti di produrre e depositare delle memorie prima di entrare nella discussione del merito”, spiega la società a riviera24.it. “I nostri avvocati hanno già pronta tutta la documentazione. Non appena il Comune di Ventimiglia depositerà la sua, ci sarà una nuova udienza a Genova”.

Commenta su Facebook