Il 14 ottobre, il tribunale amministrativo di Linköping ha emesso un totale di sette sentenze relative al tempo limitato di licenza. La Corte conferisce a Gaming Inspection il diritto di limitare il periodo di licenza a due anni e respingere i ricorsi delle società di gioco. 

Le società interessate sono possedute al 100% dalla società maltese Co Gaming Ltd, che a sua volta è posseduta al 100% dalla società svedese Cherry AB.

Lo stesso giorno il tribunale amministrativo, come aveva fatto in passato l’autorità svedese per i giochi, ha ritenuto Casino Cosmopol colpevole di gravi e sistematiche violazioni delle norme sul riciclaggio di denaro e che la società debba quindi pagare una penale. Tuttavia, il tribunale amministrativo ha ridotto la penalità a 3 milioni di corone svedesi. Gaming Inspection sta valutando di appellarsi al verdetto.

Nel 2018, la Lottery Inspection (attuale Gaming Inspection) ha scoperto che il lavoro di Casino Cosmopol per contrastare il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo presentava gravi carenze. Per questo motivo, l’Ispettorato della lotteria ha deciso che Casino Cosmopol avrebbe dovuto pagare una penale di 8 milioni di corone svedesi. Casino Cosmopol ha impugnato la decisione dinanzi al tribunale amministrativo.

 

Commenta su Facebook