Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) Solo un mercato del gioco d’azzardo online regolamentato può rappresentare una valida forma di contrasto al mercato illegale e una tutela nei confronti dei consumatori. Il divieto generalizzato va contro la realtà, che oggi è una realtà digitale.

E’ il risultato di uno studio realizzato dall’ Handelsblatt Research Institute (HRI)  di Düsseldorf sul tema della digitalizzazione del gioco d’azzardo. Il gioco, come tante altri aspetti della vita, è oggi canalizzato attraverso il digitale e non avrebbe alcun senso tentare di bloccarlo. Secondo i ricercatori dell’HRI la quota del mercato del gioco d’azzardo online in Europa è pari al 15%, del 16% in Germania. Ma l’87% dellegiocate vanno sul mercato non regolamentato e quindi illegale. La quota è in crescita in tutto il mondo e si calcola un incremento annuale del 10%. Secondo i risultati dello studio HRI, il 35% dei tedeschi ha già partecipato al gioco d’azzardo online e sarebbero proprio loro a chiedere maggiore sicurezza. Alla domanda su quanto sia importante la sicurezza e condizioni di gioco equo, il 43% dei giocatori online ha scelto la prima, il 32% la seconda. I giocatori offline hanno scelto la sicurezza nel 29% dei casi e un gioco equo e trasparenti nel 25% dele risposte. Questi dati confermerebbero il fatto che molti giocatori sanno perfettamente di giocare su siti non legali e per questo comprendono l’importanza dellaa sicurezza e della trasparenza delle operazioni. fb

Commenta su Facebook