Il Consiglio dei ministri ha approvato, su proposta del Ministero degli affari dei consumatori, il divieto di pubblicità di giochi d’azzardo online fino a quando non verrà revocato lo stato d’emergenza.

Advertisement

L’obiettivo è “impedire ai bookmaker di fare affari con preoccupazione e ansia della gente” durante l’emergenza per l’epidemia di coronavirus, fanno sapere fonti governative.

La misura, che sarà compresa in un decreto che include tutte le misure sociali del governo, includerà un’eccezione simile a quella del decreto reale che Consumo ha presentato per la consultazione a febbraio, e che consente la pubblicità alle scommesse solo tra l’ 1 e le 5 del mattino , sia su televisione che su radio e piattaforme digitali.

 Non sarà inoltre consentito l’uso di bonus di alcun tipo.

Secondo le fonti del Ministero degli affari dei consumator si prevedeva in questi giorni un calo che non si è verificato.

Allo stesso modo, questo divieto è stato adottato dopo le richieste di varie associazioni di ex giocatori , che avevano verificato l’esistenza di una valanga di richieste di aiuto da parte di famiglie di persone con problemi di dipendenza da gioco d’azzardo di fronte alla situazione di confinamento forzato a cui la popolazione spagnola è sottoposta.