Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Oggi è stata avviata l’indagine preliminare per le due iniziative dell’autorità per il gioco in Spagna (DGOJ) sul gioco responsabile: un nuovo programma di prevenzione e informazione e la ridefinizione del Consiglio consultivo di Gioco Responsabile (CAJR) per il periodo 2018-2021.

Il concetto di gioco responsabile – precisano dal DGOJ – si basa sulla “scelta razionale e ragionevole delle opzioni di gioco, che tiene conto della situazione e delle circostanze personali del giocatore, impedendo al gioco di diventare un problema. Il gioco responsabile implica una decisione informata e istruita da parte dei consumatori con l’unico obiettivo di intrattenimento, distrazione e in cui il valore delle scommesse non supera mai ciò che l’individuo può permettersi“.

Questo spirito ha permeato la totalità delle azioni sviluppate dal DGOJ fin dal momento della sua creazione, rendendo compatibile l’implementazione di un ambiente di gioco sicuro con la promozione di giochi responsabili.

Il lancio della Responsible Gaming Strategy (2012) e la creazione del Responsible Gaming Advisory Board (2013) sono stati chiari esempi di ciò.

Nel tempo, questa scelta dell’autorità spagnola ha permesso di mostrare i punti di forza e gli spazi per il possibile miglioramento quindi oggi si considera opportuno lanciare nuovi documenti che integrano le conoscenze e l’esperienza accumulate.

Peccato che in Italia il regolatore non abbia seguito l’esempio spagnolo, un programma e una Commissione potevano essere di riferimento per un corretta campagna per il gioco responsabile così da evitare le esagerazioni che hanno determinato l’emanazione di pessime norme nazionali e territoriali.

 

Commenta su Facebook