polizia locale

Agenti del Comando San Donato/Parella della Polizia Municipale hanno sanzionato il titolare, di nazionalità cinese, di una sala giochi perché consentiva l’utilizzo di dieci slot-machine in orario vietato dall’ordinanza del Sindaco 56/2016, sequestrando gli apparecchi.

Gli stessi Agenti hanno poi posto sotto sequestro amministrativo cinque slot-machine in un bar perché detenute a meno di 500 metri da luoghi sensibili. Inoltre, le macchine riportavano la scritta “macchinetta in attesa di ritiro” che faceva intendere il loro non utilizzo ma, in realtà, anche il giorno precedente il controllo, da una verifica telematica, risultavano essere regolarmente in funzione.

In ogni caso i cartelli risultano posizionati in modo tale da lasciare completamente liberi sia lo schermo che i tasti, così da consentirne l’utilizzo. La titolare, cittadina di nazionalità albanese, è stata sanzionata con verbale di 10.000 euro.

Agenti del Comando Aurora/Vanchiglia/Sassi/Madonna del Pilone hanno controllato un bar. Il titolare, cittadino di nazionalità cinese, è stato verbalizzato per la collocazione di 2 slot-machine che non rispettano le distanze minime dai luoghi sensibili, perché oscurava le vetrine con le saracinesche, perché poneva in atto attività pubblicitaria relativa ad apertura di esercizio “sala slot” e consentiva l’utilizzo di apparecchi automatici fuori dall’orario previsto.

Commenta su Facebook