palese agcai

“Anche questo governo in linea con il vecchio per quanto concerne l’azzardo. Proroga delle concessioni e proroga della sostituzione delle slot di altri due anni. Le lobby hanno fatto arrivare le loro richieste al governo che prontamente le ha accettate”.

Così in una nota Agcai. “Di Maio e Salvini non rispettano quello che loro stessi hanno firmato nel contratto di governo e cioè la fuoriuscita di videolottery e slot machine. Le videolottery continueranno a provocare perdite orarie di migliaia di euro e la sostituzione delle slot dei bar con apparecchi con più elementi di intrattenimento e divertimento (amusement with price) e con perdita oraria limitata non vedrà la luce a breve e forse mai.

Le aziende dei gestori che da tre anni chiedono questo tipo di apparecchio vengono ogni giorno fatte chiudere a beneficio delle multinazionali che si stanno appropriando di tutto il mercato, immettendo in tutte le slot programmi provenienti dai migliori casinò del mondo. Tutto questo dietro l’inerzia anche del ministro del Lavoro e vicepriemier Di Maio che nulla ha fatto pur conoscendo la reale situazione, ben illustrata alla vice capo di gabinetto consigliera Fabia D’Andrea.

I proclami contro le lobby del gioco d’azzardo del Movimento 5 Stelle sembrano ormai un lontano ricordo. Infatti invece di restituire attraverso l’abbassamento del Preu una consistente somma delle perdite ai giocatori, lo si alza per rimpinguare ancor di più le casse statali. Lo Stato diventa sempre più biscazziere e dipendente delle lobby che continueranno a dettare legge”.

Commenta su Facebook