Nella decorsa giornata i Carabinieri della Compagnia di Siracusa hanno svolto una intensa attività di controllo del territorio per verificare il rispetto delle più recenti disposizioni in materia di contenimento dell’epidemia da covid-19.

Nel corso del servizio una ricevitoria di scommesse è stata trovata aperta in palese violazione delle norme: il titolare aveva pensato furbescamente di poterle “aggirare” tenendo apparentemente chiuso il locale abbassandone la serranda, ma continuando di fatto a ricevere le giocate degli scommettitori scritte su dei “pizzini” di carta attraverso la grata metallica abbassata.

Il via-vai non è però passato inosservato ed i Carabinieri sono intervenuti elevando verbali tanto per lui quanto per gli irriducibili scommettitori, che fra l’altro si recavano alla sala scommesse senza particolari accortezze per non farsi scoprire. Alle sanzioni si è aggiunta la chiusura provvisoria dell’attività – che avrà efficacia quando termineranno gli attuali obblighi di chiusura – e l’invio di tutti gli atti all’Autorità Prefettizia, che applicherà la sanzione accessoria della sospensione dell’attività fino a 30 giorni.