‘Tanta incompenza, anche tra il Movimento dei Cinque Stelle. Incompetenza per non affrontare questioni scomede. Si affida la delega ai giochi a chi non conosce nulla, per non decidere’. E’ un giudizio pesante quello di Attilio Simeone, avvocato e Coordinatore Nazionale del Cartello “Insieme Contro l’Azzardo” che oggi, nel corso di una trasmissione radiofonica, non ha mancato di attaccare il governo per i mancati interventi, a suo dire, in materia di riduzione dell’offerta di gioco. “E’ chiaro che manca la volontà di fare il passo decisivo. I rappresentanti del governo si sono scontrati cpn i poteri forti e hanno avuto paura. E’ un governo che ha perso la bussola, che parla di difficoltà tecnice, tutti alibi per giustificare i mancati interventi.Siamo convinti che la criminalità faccia leva sul gioco legale , se questa non è più una priorità per i Cinque Stello che lo dicano chiaramente. Il cambiamento non si predica, si pratica. Oggi , come società civile, vogliamo chiarezza. Li abbiamo sostenuti, non siamo al servizio di nessuno. Decidiamo e votiamo come uomini liberi. Prima delle elezioni la società civile ha posto dei punti precisi sul gioco d’azzardo , che sono stati accolti dal M5S prima e dalla Lega poi. Il M5S ha preso un impegno, quello di ridurre il consumo di gioco d’azzardo anche attraverso il divieto di pubblicità. Si metteva un punto all’offerta, si parlava di exit strategy dall’offerta di gioco. A un anno di distanza non si è fatto nulla, chiediamo chiarezza , i nostri dubbi aumentano quotidianamente. Oggi chi ci ha fatto promesse ci sfugge. Le parole stanno finendo, anche quelle dei Cinque Stelle”, ha concluso Simeone. (nella foto il gruppo di esponenti del M5S che si occupa di giochi)