Ieri, 14 settembre 2020, il consiglio dell’ispettorato svedese del gioco ha deciso su regolamenti e consulenza generale per contrastare le partite truccate. Il regolamento integra le disposizioni contenute nella legge sul gioco e nell’ordinanza sul gioco.

Il regolamento limiterà la fornitura di scommesse attraverso divieti e restrizioni sulle scommesse in relazione a:

  • Violazioni delle regole durante partite, competizioni e tornei (ad esempio espulsioni, rigori e cartellini gialli);
  • Risultati individuali dei giocatori sotto i 18 anni di età;
  • Calcio oltre alle quattro maggiori divisioni in Svezia o all’estero, partite di Coppa di Svezia e partite di allenamento diverse da quelle delle nazionali (U21 e superiori).

I regolamenti si applicano solo agli sport praticati in Svezia.

Come risultato di queste misure, l’ispettorato svedese del gioco valuta che non ci sarà motivo di influenzare l’esito del gioco d’azzardo sul mercato svedese autorizzato nelle aree colpite.

Il calcio è uno sport ad alto rischio quando si tratta di partite truccate e ci sono rischi speciali con le basse divisioni. La sorveglianza è più scarsa e i praticanti non guadagnano denaro dal loro sport. L’Ispettorato svedese del gioco ha quindi scelto di porre un accento particolare sul calcio e ha quindi tenuto conto delle opinioni ricevute dagli organi consultivi.

I regolamenti e le linee guida generali entrano in vigore il 1 ° gennaio 2021.