Nel periodo compreso tra gennaio e settembre 2019 gli italiani hanno speso per le scommesse sportive nei punti fisici distribuiti sul territorio nazionale poco meno di 607 milioni di euro.

Le vincite ammontano a 2,7 miliardi di euro, ovvero una percentuale di restituzione, rispetto alle somme giocate, pari a 81,8 per cento.

Sono questi i dati comunicati dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e riferiti appunto alle somme giocate nel periodo.

Napoli continua ad essere la provincia con la spesa più alta, 83,6 milioni di euro distribuita su 1.227 punti di gioco.

Nelle 765 agenzie della provincia di Roma sono stati spesi 48,8 milioni di euro.

Milano al terzo posto, in termini di spesa, con 32 milioni di euro.

Tutti i dati riferiti ai primi nove mesi del 2019 divisi per provincia a questo link