Le entrate fiscali dalle scommesse sportive, in Germania, sono quasi raddoppiate negli ultimi cinque anni. Il dato emerge da una risposta del ministero federale delle finanze ad una interrogazione del FDP. Gli operatori del betting hanno versato allo Stato  quasi 384 milioni di euro. Nel 2014 le imposte versate ammontavano a 225 milioni di euro.

Il gettito dell’imposta sulle scommesse sportive è distribuito su tutti gli Stati federali. La parte del leone, con circa 90 milioni di euro, la fa il Nord Reno-Westfalia.

Si calcola che le giocate, nell’arco dell’anno, ammontino a 7 miliardi di euro. Di tutte le scommesse sportive piazzate in Germania, gli operatori devono versare il 5 percento all’ufficio delle imposte.

Ufficialmente l’unico operatore autorizzato in Germania è il monopolista di Stato Oddset, con una sola eccezione nella regione dello Schleswig-Holstein. La maggior parte del business, tuttavia, passa attraverso provider privati ​​come Tipico o Bwin, che hanno sede in altri paesi dell’UE e offrono scommesse sportive via Internet. Questi operatori fanno riferimento a una decisione della Corte di giustizia europea, che ha classificato le disposizioni del trattato dello Stato tedesco sul gioco come contrarie al diritto europeo.