Nell’ambito delle attività di prevenzione e contrasto al gioco illegale e alle ludopatie, promosse dal Comitato per la Prevenzione e repressione del Gioco illegale, la sicurezza del gioco e la tutela dei minori (CoPReGI), e coordinate dalla Prefettura di Roma, in collaborazione e in sinergia con l’Ufficio Antifrode della Direzione territoriale per il Lazio e l’Abruzzo dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e le sue rispettive articolazioni territoriali, con l’Arma dei Carabinieri, con la Polizia di Stato e con la Guardia di Finanza, è stata condotta, durante lo svolgimento dei campionati europei di calcio, un’operazione di controllo denominata “Euro Games”, sull’intero territorio di Roma Capitale.

Il dispositivo operativo messo a punto ha visto operare, in maniera congiunta, nuclei misti formati da funzionari di ADM e da personale delle tre forze dell’Ordine.

Sono state sottoposte a controllo numerose attività economiche che, a valle di analisi di rischio svolte sulla base di informazioni in possesso dell’Agenzia e condivise con le altre Forze dell’Ordine, nonché di riscontri sul territorio, sono risultate svolgere illecite accettazioni di scommesse sportive.

L’azione ha permesso di accertare che quattro PVR (Punti vendita e ricarica schede gioco) erano in realtà punti clandestini di raccolta scommesse che venivano effettuate su schede gioco in disponibilità dei gestori degli esercizi. Ai titolari degli stessi esercizi sono state irrogate sanzioni per un ammontare complessivo di 80mila euro.

Agli stessi è stata, inoltre, irrogata una sanzione amministrativa per 50mila euro per violazione dell’art. 7, comma 5, del cd. “Decreto Balduzzi” per mancata esposizione della apposita e obbligatoria cartellonistica di avvertenze sul rischio di dipendenza dalla pratica di giochi con vincite in denaro.

In totale, sono stati controllati 11 esercizi dislocati nell’intera area di Roma Capitale. L’ammontare delle sanzioni inflitte è complessivamente superiore a 150mila euro. Quattro persone sono state deferite all’Autorità Giudiziaria per esercizio abusivo di attività di gioco e scommesse.