Belgio. Secondo uno studio condotto dalla Gambling Commission belga nel 2019, il 10% dei giovani delle scuole superiori pratica scommesse sportive illegalmente. Per rafforzare la tutela dei minori e contrastare questo fenomeno in crescita, il 24 febbraio scorso è stato redatto e adottato un disegno di legge. In particolare si prevedono sanzioni dirette nei confronti degli operatori che consentono ai minori di giocare sul proprio sito web. Dovranno rimborsare tutte le somme scommesse ai genitori del giocatore.

In Belgio, le scommesse sportive sono accessibili solo a partire dai 18 anni. I giochi da casinò sono riservati ai giocatori di età superiore ai 21 anni. Queste restrizioni sono state messe in atto al fine di proteggere al meglio i minori che sono profili a rischio. Tuttavia, sono considerati insufficienti e il loro rafforzamento è al centro delle discussioni ormai da molti anni. Così

il 24 febbraio è stato approvato dalle autorità un disegno di legge sulle violazioni del limite di età. Ciò prevede in particolare di sanzionare i siti di gioco d’azzardo online che non adempiono ai propri obblighi in materia di verifica dell’identità. Con questa nuova legge, i partiti di maggioranza vogliono responsabilizzare il settore e promuovere comportamenti più cauti. Si noti che il rimborso non riguarda solo la scommessa che ha dato origine all’infrazione. Gli operatori del gioco d’azzardo dovranno rimborsare tutte le somme giocate dal giocatore minorenne.