La procura antimafia di Reggio Calabria ha chiesto la condanna degli imputati coinvolti nella maxi operazione denominata Galassia, inchiesta della Dda dello stretto sulla gestione delle scommesse online da parte della ‘ndrangheta. Sono 68 le persone implicate nell’inchiesta, nove quelle che hanno scelto di essere giudicati con il rito abbreviato e per le quali è stata chiesta la condanna per un totale di 96 anni. E’ quanto riporta lacnews24.it.L’operazione Galassia è scattata all’alba del 14 novembre 2018 e ha coinvolto 68 persone, 18 dei quali nel Reggino direttamente collegate al clan Tegano di Reggio Calabria. Una maxi operazione della Dna che ha coinvolto le procure di Reggio Calabria, Bari e Catania. Un giro d’affari da 4,5 miliardi con ingenti guadagni che venivano poi reinvestiti in patrimoni immobiliari e posizioni finanziarie all’estero.

I reati contestati sono l’associazione mafiosa, trasferimento fraudolento di valori, riciclaggio e autoriciclaggio, illecita raccolta di scommesse online e fraudolenta sottrazione ai prelievi fiscali dei relativi guadagni.