I funzionari dell’Ufficio Antifrode della DT IX Campania di ADM, a seguito di analisi dei rischi e monitoraggio dei flussi di scommesse attraverso gli applicativi in dotazione, in perfetta sinergia con il Comando Provinciale dei Carabinieri di Napoli per il tramite dei militari della Stazione di Torre del Greco, hanno denunciato a piede libero per esercizio abusivo e organizzazione di pubbliche scommesse sportive anche per via telefonica o telematica riservato allo Stato, di due fratelli di 60 e 54 anni del posto.

I 2 soggetti, titolari di un esercizio commerciale in Torre del Greco, consentivano ai clienti di scommettere su eventi sportivi attraverso l’utilizzo di conti di gioco intestati a sé e a propri congiunti.

L’operazione ha portato al sequestro di 2 computers e un centinaio di ricevute di scommesse telematiche, per un volume di scommesse, da gennaio ad oggi, di circa 54.000 euro.

I titolari sono stati anche sanzionati per il mancato rispetto delle normative anticovid.