Nel tardo pomeriggio del 2 dicembre, il personale della squadra amministrativa del commissariato di polizia di Nesima a Catania ha emsso una denuncia a piede libero per violazione della normativa sulle sale scommesse, non avendo esposto la tabella dei giochi proibiti.

Durante il servizio di controllo del territorio per la verifica del rispetto dei divieti previsti dall’ultimo Dpcm, gli agenti hanno constatato la presenza di un cospicuo numero di persone sia all’esterno che all’interno di un locale presso il quale stavano già per intervenire gli operatori di una volante. Alla vista degli agenti di polizia, i soggetti che erano seduti nelle postazioni telematiche hanno cercato di allontanarsi, ma sono stati prontamente fermati ed identificati.

Dal controllo effettuato con l’ausilio di una pattuglia della polizia locale è emerso che erano state effettuate delle scommesse da due degli avventori, che non era esposta la tabella dei giochi proibiti, che erano presenti tre computer attivi, messi a disposizione per il gioco online ed un calcio balilla per il quale non risultava pagata l’imposta sugli intrattenimenti per l’anno 2020. Il titolare, inoltre, fornendo una scusa non ha mostrato le concessioni rilasciate da un noto sito telematico che opera nel settore delle scommesse. Per tali motivi l’uomo è stato sanzionato sia amministrativamente, per un addebito totale di 80mila euro, che penalmente con il suo il deferimento all’autorità giudiziaria. Il locale è stato chiuso per 5 giorni e i tre computer con le relative stampanti sono stati sequestrati.