In esecuzione di un’attività di controllo richiesta dalla Direzione Giochi – Ufficio Controlli Giochi di Roma, i funzionari dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli (ADM) di Cagliari e Oristano, in servizio presso l’Ufficio dei Monopoli per la Sardegna, hanno sequestrato in un bar di Sanluri un personal computer dedicato alla raccolta delle scommesse su rete fisica, senza la prescritta autorizzazione di polizia prevista dall’art. 88 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza (TULPS).

Dopo un breve appostamento sul posto, i funzionari hanno potuto riscontrare che l’esercente provvedeva a inserire sul PC un insieme di eventi sportivi su indicazione di un avventore, il quale subito dopo corrispondeva la somma in denaro.

Presentatisi all’esercente, gli hanno pertanto contestato il reato di intermediazione previsto dall’art. 4 della L. 401/1989 e hanno provveduto al sequestro preventivo d’iniziativa dell’attrezzatura e delle ricevute di scommesse rinvenute nel locale. L’intervento è il frutto di un’attività di intelligence e di presidio del territorio a tutela del gioco legale e responsabile.