Print Friendly, PDF & Email

 IGT, International Game Technology’s, operatore leader nel settore dei giochi, attraverso le parole dell’amministratore delegato Marco Sala, sugli effetti della riduzione del numero delle installazioni di apparecchi a vincita limitata, così come previsto dalla normativa nazionale.

La legge, ricorda Marco Sala, Chief Executive Officer di IGT, prevedeva una prima riduzione del numero delle installazioni che è stata completata a fine 2017 e che ha portato ad una riduzione del 15%. Riduzione di cui il gruppo, che opera in Italia attraverso Lottomatica, non ha risentito in maniera così sensibile.

La riduzione del numero delle slot installate

“Entro la fine di aprile ci sarà un’altra riduzione del 19%. In questo caso ci aspettiamo nel 2018  un calo dei ricavi relativi alle AWP. Ma d’altra parte ci aspettiamo anche che la produttività degli apparecchi possa compensare la riduzione delle installazioni, bilanciando la situazione” spiega Marco Sala.

“Per quanto riguarda le Regioni sappiamo che ci saranno restrizioni aggiuntive che nell’anno determineranno un impatto sul bilancio 2018 che, stiamo valutando, potrebbe essere di circa 10 milioni sull’EBITDA. Quindi, tutto sommato, non mi aspetto un grave peggioramento anche se continueremo a vigilare”.

Dalle slot alle Vlt

Possibile quindi un trasferimento della domanda di gioco dalle slot alle videolotterie? “Stiamo monitorando molto da vicino, se questo sta accadendo o meno”, fanno sapere da ING “Potrebbe accadere, ma non abbiamo in questo momento gli elementi necessari per sostenerlo. E’ comunque uno dei punti chiave che ci interessa esplorare”.

Le scommesse in Italia e a livello globale

Altro segmento importante per il mercato in Italia è quello delle scommesse.“E’ l’unico mercato in cui intendiamo operare B2C. Non è nostra intenzione farlo su altri mercati. Non intendiamo effettuare acquisizioni perché riteniamo di avere ciò che è necessario per cogliere le opportunità a livello internazionale. Siamo interessati naturalmente allo sviluppo del settore negli Stati Uniti, dove, tra l’altro, stiamo già fornendo una piattaforma di scommesse sportive con vendite al dettaglio che consente ai nostri i clienti di attivare scommesse sportive su dispositivi mobili del giocatore” fa sapere Sala.

Le Vlt in Grecia

Per Alberto Fornaro,  CFO di IGT , ci sono buone prospettive in tutte le giurisdizioni in cui IGT opera “perché abbiamo programmi coerenti in tutti i continenti, anche per il fatto che possiamo contare sui nuovi cabinet e sui nuovi contenuti nelle varie aree geografiche. Abbiamo un buon programma in Australia e in Asia.

Stiamo registrando una ripresa in Sud America e penso che possiamo progredire in tal senso. Siamo anche moderatamente ottimisti riguardo all’area (Europa, Medio Oriente e Africa). Quindi, tutto sommato, possiamo dire di avere l’opportunità di sfruttare gli investimenti per accrescere la nostra presenza nelle varie aree geografiche.

Per quanto riguarda la Grecia, posso dire che stiamo progredendo con un lancio di VLT con l’istallazione di circa 2700 unità. Entro il 2018 pensiamo a 5.500 unità installate. Devo riconoscere che la connettività di accesso da remoto è attualmente inferiore a quanto originariamente previsto. Stiamo però lavorando per migliorare il lancio di nuovi giochi così come le nostre prestazioni e siamo ottimisti riguardo ai possibili ricavi su questo mercato”.

 Le Lotterie 

“La performance della lotteria in Italia è degna di nota. Escludendo i numeri ritardatari, che sono stati eccezionali nel 2016, abbiamo raggiunto un livello record di giocate al Lotto nel 2017. Le puntate sui numeri sono cresciute del 4% nel quarto trimestre e del 3% nell’anno grazie al 10eLotto. Introdotto per la prima volta nel 2009, il franchising 10eLotto è aumentato di quasi il 40% . Abbiamo supportato il slancio di 10eLotto con nuove funzionalità, in particolare l’introduzione di Numero ORO nel 2014 e, più recentemente, con il lancio di Doppio ORO in ottobre.

Le giocate al Gratta e Vinci sono aumentate di oltre l’1% nel 2017, il primo aumento in sei anni e quasi del  4% nel secondo semestre grazie ai risultati del Miliardario. Abbiamo rinvigorito Miliardario con migliori meccaniche di gioco, strutture di pagamento, grafica e i giocatori hanno risposto favorevolmente.

La concessione è vitale per il successo del segmento Italia. Ricevere un rinnovo per altri nove anni di questo importante contratto è un grande risultato per noi. Questo dimostra la grande fiducia che il regolatore ha nella nostra capacità di gestire con successo il business.

Il nostro successo nella lotteria in Italia è un buon esempio di come l’innovazione possa guidare una crescita significativa anche in un mercato maturo” ha detto Sala.

 

 

IGT, 2017 in positivo anche grazie alle scommesse in Italia. Sala: “Basi solide per il 2018”

 

Commenta su Facebook